Cos'è Amica Card Richiedi la card Condizioni d'utilizzo Hai un`attività? Per le Aziende Per le Associazioni Convenzioni Gold Media Amica Card in numeri Contatti Area Partner Viaggi 2x1

Per la casa


Certificazione, con noi è meno cara


Dall`anno scorso è diventato obbligatorio consegnare la certificazione energetica della propria abitazione nel caso la si volesse vendere o affittare



certificazioni Dall`anno scorso, come si sa, è diventato obbligatorio consegnare la certificazione energetica della propria abitazione nel caso la si volesse vendere o affittare. La certificazione energetica è una procedura standardizzata che classifica l`edificio in esame attraverso una scala graduata in base alle sue caratteristiche energetiche. Le classi energetiche partono dalla categoria A+ (immobili a basso impatto ambientale, costruiti con i massimi accorgimenti tecnologici, ma che ancora rappresentano una bassa percentuale degli edifici nel nostro territorio nazionale) alla categoria G (immobili ad alto consumo energetico che rappresentano la percentuale maggiore del territorio).


Si può, per esempio, provvedere a prepararla per tutto il condominio e risparmiare così parecchi soldi. Il dlgs n. 192 / 2005 afferma, infatti, che, in caso di condomini dotati di caldaia centralizzata, è possibile redigere un`unica certificazione energetica per tutto l`edificio. Quando invece le caldaie sono singole, resta possibile certificare unitariamente gli appartamenti della stessa tipologia (grandezza e caldaiette simili). La certificazione energetica comune conviene a chi intende vendere il proprio appartamento entro alcuni anni. Invece sarà poco propenso ad affrontare la spesa chi è sicuro di continuare ad abitare la casa ancora per molto tempo o non intende affittarla a breve. La certificazione, infatti, vale 10 anni.



E poi, naturalmente, ci si può rivolgere a un certificatore energetico del nostro circuito Amica Card! Perché oggi bisogna anche stare molto attenti a non rivolgersi al professionista sbagliato che sì potrebbe offrirvi tariffe stracciate ma magari senza la competenza adeguata. Ora si assiste a una vera lotta al compenso più basso e spesso chi lo offre non ha frequentato nemmeno il corso necessario.


Ricordatevi, inoltre, che dal 1° gennaio 2012, tutti gli annunci immobiliari devono riportare l`indice di prestazione energetica. Pertanto appare ovvio che a farne maggiormente le spese saranno gli edifici più datati ( gli edifici di nuova costruzione ne sono provvisti per legge) che, in mancanza di ACE, sono da ritenersi invendibili.




certificazioni energetiche, risparmio, condominio
Condividi

Archivio Articoli